L’associazione Raggi di sole

L’associazione “ Raggi di sole” è stata una iniziativa spontanea non programmata, non studiata.

Chi scrive e’ mamma Emiliana  Avonto, già presidente di questo sodalizio, e ricorda che nel 1997 alcuni genitori di giovani scomparsi da incidenti stradali,cominciarono a trovarsi nella Parrocchia S. Pietro Apostolo, all’Aravecchia di Vercelli per assistere ad alcune messe di suffragio nell’anniversario della dipartita dei loro cari.

Celebrava il parroco Don Luigi Longhi sacerdote con grande sensibilità, con il cuore colmo di amore e compassione, perciò grande consolatore. Sotto la sua guida Spirituale l’associazione prese consistenza. La gravità del lutto subito, l’intensità del dolore , induceva i genitori dei giovani scomparsi a trovare pace, pregando insieme, assistere alle S. Messe che tutti aggregasse.

Nel 1998 la S.Messa delle 10,nella prima domenica  di ogni mese, è già una realtà operante. La celebrazione Eucaristica è preceduta dal canto delle litanie nel quale vengono invocati i santi protettori, che portono il nome dei ragazzi commemorati.

Queste litanie restano uno dei motivi che conferiscono all’assemblea uno scopo di profonda unione degli spiriti. L’associazione “Raggi di Sole” non è unicamente un incontro commemorativo, è anche un sodalizio che accumuna per esternare emozioni.

Nell’anno duemila, anno del giubileo una campana fu portata a Roma, dove ottenne la speciale benedizione del Santo Padre Giovanni Paolo 2°. E’ la CAMPANA DELLA VITA, tremila e seicento chilogrammi di peso 180 centimetri di diametro. Riportata a Vercelli, nel cuore di tutti maturò l’impegno di una sua sistemazione di ordine monumentale.

Una data indimenticabile è quella  del 9 Maggio 2004 quando fu inaugurato il complesso monumentale che contiene la Campana della vita. I tralci di vite fusi in bronzo,cosparsi di foglie sulle quali sono scritti in traforo i nomi di battesimo dei nostri figli, la cui immagine è documentata da altrettante fotografie disposte in grandi quadri collocati all’interno della chiesa.

Del complesso monumentale fa parte anche la colonna dedicatoria delle mamme e papa’ dei “Raggi di sole” a tutti i ragazzi e giovani che vivono nel cuore di Dio. Seguono il nome e cognome di seicento”Raggi di Sole” non solo di Vercelli ma di tutta Italia.

L’anfiteatro composto da gradoni in granito, formano una scalinata che si apre in modo da sembrare la corolla di un fiore, sul punto più alto la statua di marmo bianco dell’Angelo dell’apocalisse, seduto con lo sguardo rivolto all’infinito, per dirci che in questo luogo il cielo si avvicina alla terra.

Il monumento alla campana della vita, i cui rintocchi si possono sentire a mezzogiorno, e alle 19.30, ore in cui le famiglie si riuniscono per consumare i pasti, è un segno, un simbolo, un impegno, un ricordo per tutti i giovani rinati in cielo, viventi nel cuore di Dio.

I genitori dei Raggi di Sole hanno costituito questa associazione per essere testimoni della Luce che ha dissipato dal loro cuore le tenebre con l’intenzione di trasmettere a chi come loro sta ‘ vivendo il dolore più grande che possa accadere nella vita.

L’associazione ora continua il suo cammino senza la presenza fisica del caro Don Luigi, che il 30 gennaio 2007 ha raggiunto in cielo i nostri giovani figli. Ora  come Padre Spirituale, al nostro fianco abbiamo Don Gian Franco Brusa, il nuovo parroco che ci accompagna amorevolmente nella quotidianità.

Sul forum disponibile a breve su questo stesso sito potremo ampliare e approfondire le nostre vicissitudini e ognuno potrà aprire il suo cuore raccontando la sua terribile esperienza e in quale modo la sta’ affrontando. E’ sempre utile confrontarsi per potere crescere anche spiritualmente e sentirci vicini a Dio e ai nostri figli. Siamo certi che il Signore ci può parlare tramite i compagni di viaggio terreno.

Un cordiale e sincero abbraccio a chi leggerà questo scritto, anche a nome dei genitori che rappresento.

Comments are closed.